“Ci stanno bombardand…..!”. Termina cosi, il collegamento on line dalla Striscia di Gaza

SOLIDARIETA’ AL POPOLO PALESTINESE!!

Ieri sera al cinema “OTTO E MEZZO” di Quito si è realizzato un incontro di solidarietà col popolo palestinese. La sala era gremita di gente e molti giovani hanno dovuto assistere l’evento seduti a terra.

Due collegamenti via skype dalla Striscia di Gaza, ci hanno permesso di ricevere le ultimissime da questo luogo martoriato dai bombardamenti ingiustificati dell’esercito israeliano.

I collegamenti sono stati realizzati con le enormi difficoltà del caso, visto che in molte case si è senza luce.

In silenzio abbiamo ascoltato le testimonianze di chi lotta ogni giorno per la vita. La tragedia di un genocidio sessantennale che prosegue nell’indifferenza collettiva.

Primo collegamento in diretta dalla Striscia di Gaza da Quito.

Primo collegamento in diretta dalla Striscia di Gaza da Quito.

La sala è piena!!

La sala è piena!!

Secondo collegamento dalla Striscia di Gaza!

Secondo collegamento dalla Striscia di Gaza!

L'occupazione dei territori palestinesi da parte dell'esercito e del popolo israeliano.

L’occupazione dei territori palestinesi da parte dell’esercito e del popolo israeliano.

Ma quali sono state le ultimissime? La ragazza ci ha aperto gli occhi sulle bugie che continuano a raccontarci i giornali di tutto il mondo (fatte rare eccezioni come Tele sur ndr). Tutti sappiamo che tutto è cominciato all’indomani del rapimento e dell’uccisione dei tre giovani israeliani. Non si è detto nulla su quanto stava succedendo i giorni precedenti. Erano giorni in cui l’esercito israeliano arrestava indiscriminatamente civili e ragazzini nelle strade torturandoli e vessandoli. Dopo la sparizione dei 3 israeliani il governo di Tel Aviv ha incolpato il gruppo di Hamas. Quest’ultimo ha dichiarato l’estraneità ai fatti ma nonostante questo sono cominciati i bombardamenti. La giovane palestinese ha dichiarato che il giorno prima, a poche centinaia di metri da casa sua, hanno bombardato una scuola elementare dove sono stati uccisi 7 bambini, di cui due suoi cugini. La situazione è drammatica perché mancano i viveri e i generi di prima necessità. Sono giunti alcuni generi alimentari dall’Egitto ma erano scaduti.

Durante l’altro collegamento al buio per mancanza di elettricità ci veniva detto del totale isolamento che vive la popolazione civile. Il collegamento è saltato almento tre volte e nell’ultimo la linea si è interrotta al “ci stanno bombard….” e poi il silenzio. Potete immaginare lo stato d’animo in sala.

 

Informazioni su QUITO LATINO

Notizie dall'Ecuador e dall'America Latina
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...