Il 1973, anno di guerre e Golpe, un convegno all’Università L’Orientale di Napoli

Il 1973, anno di guerre e Golpe, un convegno all’Orientale

Mercoledì 23 e giovedì 24 la sede di San Giovanni Maggiore ospita una serie di dibattiti, dedicati anche al Golpe cileno del 1973 e alla guerra del Ramadan di Egitto e Siria contro Israele

di PAOLO DE LUCA 

Salvador Allende e Fidel Castro

Salvador Allende e Fidel Castro

L’università Orientale dedica un ciclo di conferenze tra mercoledì e giovedì al 1973, anno in cui si accavallarono più eventi fondamentali nella storia contemporanea delle nazioni. L’appuntamento è nella sede di San Giovanni Maggiore (ingresso da rampe san Giovanni) a partire dalle 9.30. Il convegno è curato da Raffaele Nocera e Paolo Wulzer, rispettivamente docenti di Storia dell’America latina e Storia delle relazioni internazionali.

Dopo i saluti del rettore dell’Orientale Lidia Viganoni il dibattito di mercoledì proseguirà in tre sessioni (la prima fino alle 13.30, la seconda dalle 14.30 alle 16.30 e la terza dalle 16.45 alle 19) che analizzeranno da diverse prospettive la rilevanza del 1973 nell’evoluzione del sistema internazionale di fine Novecento, con approfondimenti  di tipo sociologico, economico, giuridico e filosofico. Tra i relatori, Rossella Bonito Oliva, Viola Carofalo, Paolo Frascani e Rosario Sommella

Giovedì, sempre a partire dalle 9.30, il tema si concentrerà principalmente su due eventi esiziali nella storia internazionale e nella Guerra Fredda, sia a Oriente che Occidente. Il primo, introdotto da Massimiliano Tarantino, segretario della Fondazione “Giangiacomo Feltrinelli” (che cura il convegno assieme all’ateneo partenopeo), è dedicato al Golpe dell’11 settembre 1973 in Cile, che portò alla morte del presidente Salvador Allende, rovesciato da un colpo di Stato delle forze armate cilene (sostenute dalla Cia americana) e la presa di potere di Augusto Pinochet. Sarà proiettata una videointervista esclusiva (realizzata proprio dalla Fondazione Feltrinelli) al cineasta Patricio Guzmán (regista de “Il caso Pinochet” e “Salvador Allende”), con una testimonianza sul contesto culturale cileno nel 1973, sul ruolo degli Stati Uniti e il modello neo-liberalista esportato in America Latina e sull’influenza di Allende in Europa, fino ad arrivare ad una riflessione sul Cile di oggi.

La seconda e ultima sessione sarà poi dedicata alla guerra dello Yom Kippur, conosciuta anche come “Guerra del Ramadan”, uno dei conflitti arabo-israeliani,

combattuto dal 6 al 24 ottobre 1973 tra Israele e una coalizione composta da Egitto e Siria. Tra i relatori, oltre a Paolo Wulzer, anche Uri Bar Joseph, dell’università di Haifa a Adel Manna, dell’istituto “Van Leer” di Gerusalemme.

Durante il convegno sarà annunciata anche la mostra (curata da Raffaele Nocera) “Cile 1973. Da Allende alla dittatura”, in esposizione al megastore Feltrinelli di piazza dei Martiri dal 4 al 30 novembre.

Informazioni su QUITO LATINO

Notizie dall'Ecuador e dall'America Latina
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...