Bolivia, promulgata la legge di applicazione normativa. Evo Morales candidato per la terza volta!

Bolivia: Promulgata la nuova legge di applicazione normativa che consente a Evo Morales di ricandidarsi per la terza volta alle elezioni presidenziali.

di Davide Matrone – maggio 2013

il vice presidente della Bolivia

il vice presidente della Bolivia

Lo scorso lunedì 20 maggio è stata promulgata la Legge di Applicazione Normativa che consente al presidente in carica, Evo Morales, di potersi candidare per la terza volta alle elezioni presidenziali del dicembre 2014. La legge emanata dal parlamento boliviano prima e firmata dal vice presidente Álvaro García Linera poi, cosente alle due massime cariche dello stato di poter essere rieletti per altri 5 anni, secondo il comma 4 dell’articolo 68 della nuova costituzione boliviana in vigore dal 7 febbraio del 2009.

La coppia Morales – Linera è risultata vincente nelle passate elezioni presidenziali per due volte consecutive con un aumento di consensi dalle elezioni del 2005 a quelle del 2009. Nel primo caso Evo Morales e il partito MAS (movimiento al socialismo) ottenne il 53.72% di voti contro il candidato della destra Jorge Quiriboga del partito PODEMOS che cosenguì solo il 28.62%. Il consenso popolare nei confronti del primo governo indigeno della storia boliviana, consentì una vittoria ancora più contundente nel 2009 quando Morales vinse con il 64.22% contro il 26.46% del candidato del gruppo politico Plan Progreso para Bolivia, Manfred Reyes Villa. Nel frattempo l’opposizione, disunita e frammentata che presenta 8 candidati alla Presidenza della Repubblica, ha annunciato varie misure legali tra le quali un appello all’Organizzazione degli Stati Americani.

E ora andiamo alle urna. Voi continuate a cospirare mentre noi vi batteremo ancora una volta alle elezioni, venditori della patria”, cosi si è espresso il vice presidente Álvaro García Linera al termine del dibattito nei confronti dei due leader della destra Juan del Granado del Movimento Sin Miedo (MSM) e Samuel Doria Medina di Unidad Nacional (UN). Assente al dibattito parlamentare il presidente Morales che era negli Stati Uniti per ricevere, dall’ex presidente democratico Jimmy Carter, un appoggio sull’appello presentato contro il Cile alla Corte Internazionale dell’Aja per il recupero dello sbocco sul mare perso durante la famosa guerra del pacifico (1879 – 1884).

Intanto, proprio dagli Stati Uniti e dalle stesse file democratiche, le dichiarazioni del Segretario di Stato John Kerry hanno fatto inalberare il presidente boliviano. Lo scorso 18 aprile, davanti al Comitato degli Affari Esteri della Camera dei Rappresentanti Usa, John Kerry ha dichiarato ”l’america latina è il nostro cortile di casa e dobbiamo riavvicinarci in modo vigoroso. Dobbiamo trattare di far cambiare il comportamento di un certo numero di paesi con i quali abbiamo avuto una rottura negli ultimi anni”, esortando l’amministrazione Obama a fare uno sforzo speciale con i paesi latini. Una dichiarazione che riporta ad un altro messaggio pronunciato da James Monroe che proclamava la prima formulazione teorica dell’imperlismo statunitense, passata alla storia poi come la Dottrina Monroe.

Queste dichiarazioni non sono passate piaciute assolutamente e le reazioni non si sono fatte attendere. Infatti lo scorso 1 maggio, durante la celebrazione della festa dei lavoratori in Plaza de las armas (La Paz), il primo mandatario boliviano ha comunicato l’espulsione dell’ USAID accusata di destabilizzare il paese attraverso l’ingerenza continua in alcuni sindacati e organizzazioni sociali e di realizzare attività politica contro di lui.

E proprio lo scorso lunedì, nello stesso giorno in cui si ufficializzava la terza candidatura di Evo Morales si accellerava il processo di espulsione dell’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale (USAID) dal paese.Il ministro della Presidenza Boliviana Juan Ramón Quintana, ha infatti dichiarato alla stampa che i rappresentanti dell’Ambasciata statunitense e quelli del Ministero di Pianificazione boliviano stanno lavorando congiuntamente per definire i procedimenti dell’uscita dal paese dell’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale. Lo stesso Ministro Quintana ha anche aggiunto che si stanno visionando tutti i progetti ancora in corso sotto la guida di tale agenzia per far cessare qualsiasi relazione tra i due paesi.

Se Evo Morales ha vinto per due elezioni consecutive è dovuto anche al fatto che ha saputo ridare dignità e sovranità al suo paese, da secoli schiacciato e umiliato dall’arroganza delle grandi potenze straniere con la sudditanza delle oligarchie nazionali boliviane,“che avevano venduto la patria a stranieri che usavano questo palazzo per affari loschi e per affari familiari” come ha sottolineato il vice presidente durante la conferenza stampa dello scorso lunedì. Vedremo se il carattere antiimperialista dello stato plurinazionale boliviano consentirà alla coppia Morales – Linera di proseguire il loro lavoro fino al 2020.

Annunci

Informazioni su QUITO LATINO

Notizie dall'Ecuador e dall'America Latina
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Bolivia, promulgata la legge di applicazione normativa. Evo Morales candidato per la terza volta!

  1. Pingback: Entrevista a Teresa Subieta Serrano – Directora Nacional de CONTEXTO (Institución Boliviana) | Quito Latino

  2. Pingback: Intervista a Teresa Subieta Serrano dell’Istituzione Boliviana CONTEXTO | Quito Latino

  3. Pingback: Intrevista a Teresa Subieta Serrano, Direttrice Nazionale dell’ Istituzione boliviana CONTEXTO |

  4. Pingback: 12 ottobre “giorno della resistenza indigena”. In Bolivia si festeggia con la vittoria del Presidente E. Morales | Quito Latino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...