Gilberto Gil in Ecuador

Gilberto Gil in Ecuador

Gilberto Gil en Ecuador

Gilberto Gil en Ecuador

Come musicista, che ha modificato il corso della storia del suo paese e come politico, che ha sfidato tutte le convenzioni tradizionali dell’amministrazione pubblica, il bahiano Gilberto Gil ha vissuto sempre in modo inflessibile il suo astro. Nella musica, Gil ha preso in prestito i suoi luoghi più probabili ed improbabili e i suoi rtimi più profondi come la bossa nova del campo, la bossa nova della matropoli brasiliana e poi il rock, il punk, il reaggae. Come Ministro della Cultura del governo di Lula, Gil diede un forte impulso musicale per la gente comune che potè avere accesso a tutto, attraverso una serie di innovazioni politiche relative ai diritti d’autore.

Gilberto Gil nasce a Salvador, la città più grande dello stato di Bahia, ma immediatamente la sua famiglia si trasferisce verso un piccolo paesino nella zona campestre più vicina e povera dello Stato di Bahia. Il Brasile della sua infanzia fioriva nel campo delle arti. Il suo maestro fu allora Luis Gonzaga, uno dei massimi rappresentanti della musica campesina del momento.

Durante i periodi dell’uiversità Gil manifesta le sue qualità artistiche. Nell’Università Federale di Bahia incontra un altro grande esponente della musica brasiliana: Caetano Veloso e con lui, durante il periodo rivoluzionario degli anni ’70, fonda il gruppo TROPICALISTA espressione artistica di tutta l’America Latina.

Tropicalista

Tropicalista

I TROPICALISTA erano, per definizione, innovativi e questo si manifestava attraverso lo slogan : “abbasso il vecchio evviva il nuovo”. Ma erano soprattutto dei cannibalisti, nel senso che si alimentavano di tutto quello che gli passava accanto, da un punto di vista musicale.

Questa sfrontatezza porta a Gilberto Gil e a Caetano Veloso a conoscere le carceri del regime brasiliano di Artur Costa e Silva. La loro proposta era troppo radicale a quei tempi per le restrinzioni culturali che vigevano durante quel periodo. Dopo alcuni mesi furono lasciati in libertà e cosi trovarono rifugio a Londra, in Gran Bretagna, dove si fusero con altri musicisti e generi musicali.

Solo nel 1972 Gil ritorna in Brasile con una forte personalità alle spalle. Nel 2003 Lula, l’ex Presidente operaio brasiliano, gli offre l’incarico di Ministro della Cultura del Brasile.

La scorsa settimana Gilberto Gil è venuto qui in Ecuador.

Advertisements

Informazioni su QUITO LATINO

Notizie dall'Ecuador e dall'America Latina
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...